Congettura di GoldbachL’Onorevole Gabriella Carlucci ha dichiarato oggi di essere riuscita a dimostrare matematicamente la validità della congettura di Goldbach.

La congettura di Goldbach era uno dei problemi matematici rimasti irrisolti da più tempo. La congettura venne proposta nel 1742 da Goldbach e poi riformulata da Eulero e da allora i migliori matematici del mondo hanno cercato invano di dimostrarne la validità.

La congettura è molto semplice da descrivere: ogni numero pari maggiore di 2 può essere scritto come somma di due numeri primi. In contrasto con la semplicità dell’esposizione la sua dimostrazione si è rivelata estremamente ardua.

L’Onorevole Carlucci, intervistata stamani da un giornalista di Libero, racconta come è arrivata alla soluzione: “Da diversi giorni a seguito dello scandalo Maiani mi interesso di Fisica della Particella. Viaggio spesso e nei voli o in albergo mi piace leggere qualche libro di fisica. Però mi sono resa conto che molte delle formule matematiche che vedevo erano un pochino difficili da capire così pensai di iniziare prima a studiare matematica.

La Carlucci prosegue poi a spiegare che: “ho voluto cominciare dalla teoria del numero perchè era quella più fondamentale, è la base di tutta la matematica!!1! Quando leggendo l’enesimo volume ho trovato la congettura di Goldbach è stato amore a prima vista! Iniziai subito a pensare ad una soluzione ma senza riuscire a trovarla. Sono stata una settimana richiusa in camera con il cellulare staccato e senza neanche rifarmi il trucco, ricordo che c’erano fogli di carta stropicciati dappertutto! Alla fine ero disperata e stanchissima: ero vicinissima alla soluzione ma c’era un ostacolo che non riuscivo a superare. Mi sono appisolata un attimo e li è avvenuto il miracolo! Mi apparve Padre Pio circondato da una luce sfarvillante, aveva le mani piene di gioielli e decine di collane di oro massiccio al collo. Di fronte al mio sguardo stupito mi disse sorridendo: ‘sono le royalties’. Poi mi si avvicinò e mi sussurrò all’orecchio come superare l’ultimo ostacolo matematico. Poi mi sono svegliata e sono corsa subito a scrivere quello che mi aveva detto.

La Carlucci ha dichiarato di aver già spedito un articolo scientifico, che dettaglia la sua scoperta, alle principali riviste del settore. Si tratta senza dubbio di un risultato estremamente importante per la ricerca italiana che, nonostante i pochi fondi, riesce spesso ad ottenere risultati eccezionali. Se la correttezza della dimostrazione verrà confermata secondo molti matematici italiani l’assegnazione del premio Nobel per la matematica a Gabriella Carlucci sarà cosa certa.

L’Onorevole ha infine confermato il suo interesse per la fisica moderna: “Adesso che ho basi matematiche solide voglio dedicarmi alla fisica teorica, ho già letto molti lavori sulla teoria della stringa ma sono molto diffidente che quella sia la strada giusta. Non voglio rivelare ancora nulla ma credo di essere vicina ad una teoria che permette una visione unificata delle quattro forze della natura. Dico solo che il mio programma televisivo ‘Melaverde’ è stata la fonte primaria di ispirazione. Dopotutto anche Newton iniziò da una mela, non trovate?

Annunci