Sono nato in una splendida giornata di Maggio nella metà degli anni 70 in una cittadina del sud italia.
Mentre i giovani di mezzo occidente ascoltavano i Pink Floyd, i Led Zeppelin, i Rolling Stones, si davano all’amore libero e provavano droghe e stupefacenti di tutti i tipi la trasgressione dei miei genitori fu molto superiore: il nome di mio nonno divenne il mio secondo nome, il primo lo scelsero loro.

All’età di 8-9 anni, quando frequentavo il catechismo per prepararmi alla Prima Confessione cominciai ad avere i primi dubbi sulla religione cristiana. Non riuscivo a capire per quale motivo dovessi ricorrere ad un sacerdote per confessare a Dio i miei peccati! Se Dio è onniscente ed è dappertutto, anche nel mio cuore, mi dicevo, perchè non posso confessarmi direttamente con lui? Se posso pregarlo nell’intimità del mio animo perchè non posso fare lo stesso per confessare i miei peccati?

Con la Prima Comunione i miei dubbi si erano fatti ancora più seri: detestavo lo sfarzo della cerimonia, i salmi, le litanie: che cosa c’entra tutto questo con Dio? Per me la religione aveva un senso finchè restava un fatto puramente spirituale, intimista: tutto il resto era, non solo inutile ma dannoso. Causando lo sgomento di mia madre e di mia nonna cominciai ad esprimere i miei dubbi e le mie critiche.
Da li in poi è iniziato il mio percorso critico alla scoperta della religione, un percorso che ovviamente non è affatto concluso ma che si è rilevato ricco di spunti interessanti.

Fino a poco tempo fa amavo definirmi ‘agnostico’, considerandola la posizione che richiede meno professioni di fede: se il fedele crede in Dio e l’Ateo crede nell’assenza di Dio, io sospendevo il giudizio. L’esistenza o meno di un Dio come raffigurato dalle principali religioni monoteiste (entità autocosciente e che interviene attivamente sul creato) non è dimostrabile, nè tramite ragionamenti e dimostrazioni logico filosofiche nè tramite la scienza. Se anche non ritenevo impossibile l’esistenza di tale Dio la ritenevo comunque altamente improbabile.
Recentemente, da quando ho iniziato a leggere il grande Dawkins, ho riflettuto molto sui suoi scritti: se da un punto di vista teorico sono e rimango agnostico da un punto di vista pratico sono un Ateo a tutti gli effetti. Considero ugualmente improbabile, anche se non posso escluderla completamente, la possibilità che esista Zeus, Dio, Babbo Natale o la Fata del dentino.
Le posizioni fondamentaliste prese dalla chiesa cattoliche negli ultimi tempi (non solo con Ratzinger in realtà… anche con Giovanni Paolo II che è stato un papa notevolmente reazionario) mi hanno costretto a fare ‘outing’. Scelta non così semplice come si possa pensare: gli atei sono da molti considerati più anormali dei gay, degli immorali uomini depravati.
Se è ormai possibile e anzi non molto improbabile pensare che tra breve avremo una donna o un uomo di colore come presidente degli Stati Uniti è totalmente implausibile pensare ad un presidente degli USA Ateo dichiarato.

Per il resto… ecco in ordine sparso tutto quello che attira la mia attenzione: antropologia della religione, scienza, epistemologia, filosofia, informatica, genetica, evoluzionismo, intelligenza artificiale, videogiochi, linux, libri di tutti i tipi, politica, storia, neuroscienze, geopolitica, fisica quantistica, teoria delle stringhe, teoria dell’informazione, logica matematica, e tanto altro.

I miei scrittori preferiti:

  • Douglas Adams
  • Alessandro Baricco
  • Frank Herbert
  • Luis Sepulveda
  • Franz Kafka
  • Gabriel Garcia Marquez
  • Philip K. Dick
  • Jorge Luis Borges
  • Film preferiti:

  • Blade Runner
  • 2001: Odissea Nello Spazio
  • Arancia Meccanica
  • Il quinto elemento
  • Fight Club
  • Schindler’s List
  • 4 Risposte to “Qualcosa di me”

    1. sanpietrino Says:

      dunque…
      sono capitato sul blog Un Esorcista Risponde e ho appreso che il prete minaccia di denunciare per “diffamazione a mezzo stampa” chi lo accusa di truffa e varie amenità.
      Il riferimento, per nulla velato, era ad un tuo commento sull’esorcista.

    2. Goedel Says:

      Grazie sanpietrino,
      non avevo più controllato quel post e mi ero perso il fiume di commenti che sono seguiti al mio. Da quello che ho capito l’admin del blog ha cancellato il mio commento, non ho capito bene per quale motivo. Adesso non ricordo più con esattezza cosa avevo scritto ma in genere sono abbastanza accorto e difficilmente lancio accuse personali. Comunque grazie per la segnalazione.

      Per una strana coincidenza esiste un’altra associazione ‘religiosa’ che utilizza l’arma della denuncia legale per zittire i critici: Scientology.


    3. Thanks for taking the time to debate this, I really feel strongly about it and love learning more on this topic. If possible, as you achieve experience, would you mind updating your weblog with extra information? It is extremely useful for me.

    Rispondi

    Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

    Logo WordPress.com

    Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

    Foto Twitter

    Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

    Foto di Facebook

    Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

    Google+ photo

    Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

    Connessione a %s...